La sfida della diversità: la zia zitella e la solitudine dell’uomo in osteria

La sfida della diversità: la zia zitella e la solitudine dell’uomo in osteria

La diversità ci spaventa. La diversità ci fa paura. La diversità sembra non appartenerci. E, invece, è parte di noi. Fino al profondo dell’anima.

Ero bambino, una domenica, quando con la mia famiglia capitammo in un’osteria nel Basso Veronese.

Con noi c’era una zia zitella, da parte di mio padre. Non aveva fidanzato. E occupava le domeniche a casa a stirare; o venendo in macchina con noi a fare una gita in campagna.

Era una “sfigata”, direbbero i ragazzi dei film di oggi.

leggi tutto…

Giornalismo interculturale: il razzismo, la semina dell’odio e la rinuncia a essere giornalisti

Giornalismo interculturale: il razzismo, la semina dell’odio e la rinuncia a essere giornalisti

Ne abbiamo fatta di fatica per arrivare a fare i giornalisti. Non è vero? Tranne qualcuno, che non sapeva quale mestiere fare, ci siamo battuti come leoni per ritagliarci lo spazio in un giornale.

Oggi che i giornali tradizionali sembrano al tramonto (ma anche la Tv generalista non promette un futuro eterno…), il giornalismo è più vivo che mai.

Se dovessimo contare tutti quelli che avrebbero voluto fare i giornalisti, saremmo dieci volte tanto. Se poi ci mettiamo quelli che l’hanno sognato, la cifra si gonfia a dismisura.

E’ allora il caso sprecare la nostra fatica per essere al servizio di questo o quel cicisbeo?

Uno dei grandi maestri del giornalismo italiano, Sergio Lepri, ci ricorda che il giornalista ha una funzione di “mediazione” tra le fonti e il lettore. Fra ciò che accade, o che qualcuno racconta essere successo, e il pubblico.

leggi tutto…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Share This