I pezzi di Francesco Guccini interpretati dai migliori artisti italiani e arrangiati da Mauro Pagani.

Le canzoni “Note di viaggio. Capitolo 2: Non vi succederà niente” sono adesso su YouTube.

Alcuni pezzi sono decisamente ispirati. Basti pensare alla versione rock e gospel di Dio è morto, cantata da uno splendido Zucchero.

Delicata e convincente, nel suo dolente presente, la Signora Bovary interpretata da Fiorella Mannoia.

Ecco gli interpreti e le canzoni di questa seconda raccolta delle canzoni di Guccini: da “Dio è morto”, portata al grande pubblico grazie ai Nomadi, a Vedi cara, da Canzone di notte n.2Signora Bovary Canzone delle domande consuete è tutto un rimando fra il primo Guccini e il Francesco Guccini della maturità.

Zucchero (Dio è morto),
Fiorella Mannoia (Signora Bovary),
Emma e Roberto Vecchioni (Autunno),
Vinicio Capossela (Vedi cara),
Gianna Nannini (Quello che non…),
Jack Savoretti (Farewell),
Levante (Culodritto),
Mahmood (Luna fortuna),
Petra Magoni (Canzone di notte n.2),
Ermal Meta (Acque),
Fabio Ilacqua e Mauro Pagani (Canzone delle domande consuete),
Francesco Guccini e I Musici (Migranti)

Convince anche Autunno, interpretata da Roberto Vecchioni che esalta la poesia dei versi di Guccini. Mentre Emma la si sente entrare in modo meraviglioso nell’atmosfera di quello pezzo autunnale, dove l’autunno della stagione è una metafora di quello esistenziale.

Mi piace meno Vedi cara di Vinicio Capossela, forse perché la sua idea di quella canzone di Francesco Guccini che affonda negli anni sessanta è diversa dalla mia.

Gianna Nannini fa un azzeccato “tributo rock” a Quello che non… un pezzo uscito nel 1990 che dà il titolo all’omonimo disco. Al suo posto avrei pigiato sull’acceleratore della potenza vocale, ma forse è giusta la sua scelta di rimanere un passettino indietro nel tributo al Maestrone di Pàvana.

Colta e senza sbavature la canzone Culodritto di Levante. Mentre trovo eccezionale il pezzo Luna Fortuna così come viene interpretato da Mahmood, che lo rinnova dandogli significati interiori ulteriori.

Un pezzo difficile, gucciniano, maschile e notturno è Canzone di notte n.2, eppure Petra Magoni – nonostante la lunghezza e corposità del testo – sa cantarla in un modo che piace decisamente a noi “gucciniani” della prima ora.

La canzone Acque interpretata da Ermal Meta esprime in modo esemplare le immagini e le sonorità delle acque cantate da Guccini.

Da cogliere nella sua novità Canzone delle domande consuete, forze il pezzo più bello in assoluto di Guccini a livello di conciliazione fra parole e musica. Nella versione originale, Guccini la canta in modo divino, anche se un filo veloce.

Qui, nel disco Note di viaggio. Capitolo 2: non vi succederà niente… la canzone viene interpretata con un duetto e rallentata.

Infine, I Migranti è un dono di Francesco Guccini e dei suoi Musici.

Gli arrangiamenti di Mauro Pagani, l’art director di questo progetto discografico, sono eccellenti. La parte musicale di Guccini viene valorizzata senza togliere spazio ai testi.

 

 

 

 

Viaggio nella poetica di Francesco Guccini con “Note di viaggio”

So per certo che questo viaggio nella poetica di Francesco Guccini, con le due raccolte di “Note di viaggio”, ha fatto storcere il naso ai “gucciniani duri e puri”. Quelli che amano la voce e l’anima del Maestrone.

Alcune canzoni sono bene interpretate e sentite nel profondo dell’anima da chi le canta, come Emma in Autunno.

Altri pezzi sono adattati – ed è giusto – alle sensibilità del singolo artista, come la Vedi Cara di Capossela. E possono non convincere.

La bellezza e il valore di “Note di viaggio” – nelle due raccolte – sta però proprio nella “diversità” di interpretazione delle opere poetiche e musicali del Maestrone. E nel fatto di portare le canzoni di Guccini a un pubblico che non le conosce.

Infine, ma non meno importanti, le due copertine delle raccolte. Due piccole opere d’arte. E la filosofia di fondo degli album: il ricordare i valori “politici”, sociali e civici che Francesco Guccini ha trasmesso nella sua opera. A cominciare dall’emigrazione e dal rispetto della diversità.

Maurizio Corte
@cortemf

 

Francesco-Guccini-Note-di-Viaggio-capitolo-2-non-vi-succederà-niente-recensione-articolo-Maurizio-Corte - Agenzia Corte&Media blog Televisti

 

Video sulle registrazioni delle canzoni di “Note di viaggio. Capitolo 2: Non vi succederà niente”

Zucchero (Dio è morto)
Fiorella Mannoia (Signora Bovary)
Emma e Roberto Vecchioni (Autunno)
Vinicio Capossela (Vedi cara)
Gianna Nannini (Quello che non…)
Jack Savoretti (Farewell)
Levante (Culodritto)
Mahmood (Luna fortuna)
Petra Magoni (Canzone di notte n.2)
Ermal Meta (Acque)
Fabio Ilacqua e Mauro Pagani (Canzone delle domande consuete)
Francesco Guccini e I Musici (Migranti)

 

I dischi con le canzoni di Francesco Guccini e i suoi libri su Amazon

Qui di seguito gli ultimi dischi più importanti su Francesco Guccini e di Francesco Guccini. Il suo ultimo romanzo e un libro con la sua autobiografia.

I link ad Amazon sono di affiliate marketing del sito Corte&Media, nell’ambito di un programma pubblicitario di affiliazione.

 

Note di viaggio-capitolo 2: Non vi succederà niente

 

Note di viaggio. Capitolo 1: Venite avanti…

 

Se io avessi previsto tutto questo

 

The Platinum Collection

 

Il libro di Francesco Guccini “Un altro giorno è andato”

 

Il libro di Francesco Guccini “Tralummescuro. Ballata per un paese al tramonto